domenica 22 aprile 2018

C'è chi può.


Mòd åd di dål dì:

" 'L è iün ch'ål pödå: È uno che può, cioè che ha molte possibilità economiche."

Da "Ål nòs diålåt" - Sez. "Interessi, affari, denaro, proprietà…" (2012). Ascoltalo!

sabato 21 aprile 2018

Patire per compatire.


Pruèrbi dål dì:

"Å bšògnå påtì pår cumpåtì: Bisogna patire per compatire.

Solo chi sperimenta la sofferenza può comprendere quella altrui."

Da "Ål nòs diålåt" - Sez. "Filosofia di vita" (2012). Ascoltalo!

venerdì 20 aprile 2018

Una botta di...matrimonio.


Mòd åd di dål dì:

"Pår lü lå spùšå l'è stai me ùnå švåršlà int i védår: Per lui la moglie è stata come una legnata sui vetri.  

Il matrimonio con quella donna è stato per lui una vera e propria rovina."

Da "Ål nòs diålåt" - Sez."Amore, fidanzamento, matrimonio". Ascoltalo!

giovedì 19 aprile 2018

Più tacchino, più bordoni.


Pruèrbi dål dì:

"Chi 'l è ch'å mångiå püsè pulón, ål mångiå püsè scåtón: Chi mangia più tacchino, mangia più bordoni (cioè le parti terminali delle penne che rimangono nella carne dopo aver spennato un volatile)."

Da "Ål nòs diålåt" - Sez. "Mangiare e bere" (2012). Ascoltalo!

mercoledì 18 aprile 2018

Ecco il mio gioiello!


Mòd åd di dål dì:

"'L è 'l mè bélè: È il mio ninnolo, detto di un bambino, per sottolinearne la bellezza facendogli un complimento."

Da "Ål mè diålåt" - Sez. "Bambini e ragazzi" (2012). Ascoltalo!

martedì 17 aprile 2018

Seminare, seminare!


Pruèrbi dål dì:

"Quånd ‘l an ål 'gh à cént dì, sumnè quånd å vurì: Quando l'anno ha cento giorni, seminate quando volete.  

Quando sono passati cento giorni dall'inizio dell'anno (verso la metà d'aprile), si può incominciare a fare le semine di primavera."

Da "Ål nòs diålåt" - Sez. "Il lavoro nei campi" (2012). Ascoltalo!

lunedì 16 aprile 2018

La quiete dopo la... Pasqua.


Mòd åd di dål dì:

"Pàši me un bicìn: Quieto come un agnellino."

Da "Ål nòs diålåt" - Sez. "Comparazioni su pregi o aspetti positivi della persona" (2012). Ascoltalo!

domenica 15 aprile 2018

Fi-la-reee... oh oh!...


Pruèrbi dål dì:

"Chi 'l è ch'ål 'gh à püsè fil, ål fa püsè tìlå: Chi ha più filo, fa più tela.

Chi ha più risorse, riesce meglio."

Da "Ål nòs diålåt" - Sez. "Soldi, roba, interessi e affari" (2012). Ascoltalo!