lunedì 23 ottobre 2017

Perdesi casa.


Pruèrbi dål dì:

"Cul giügà, ås pèrdå åncå lå cà: Col giocare si perde anche la casa.
Il vizio del gioco conduce spesso a perdere i propri averi."

Da "Ål nòs diålåt" - Sez." Virtù e vizi, pregi e difetti" (2012). Ascoltalo!

venerdì 20 ottobre 2017

Avarizia.


Mòd åd di dål dì:

"'L è tånt åvàr che quånd ål va int 'l òrt ål lå fa nåncå tütå: È tanto avaro che quando va nell'orto (a fare i suoi bisogni) non la fa neanche tutta."

Da "Ål nòs diålåt" - Sez. "Difetti ed errori" (2012). Ascoltalo!

venerdì 13 ottobre 2017

Tirare a casa.


Mòd åd di dål dì:

"'T è tirà å ca un quåicòs?: Hai tirato a casa qualcosa, ne hai avuto un vantaggio?".

Da "Ål nòs diålåt" - Sez. "Interessi, affari, denaro, proprietà…". Ascoltalo!

giovedì 12 ottobre 2017

Curiosità notturna.


Pruèrbi dål dì:

"Ål curiùš ål dròmå nåncå lå nòt: Il curioso non dorme neanche la notte, per non perdersi nessuna novità."

Da "Ål nòs diålåt" - Sez. "Virtù e vizi; pregi e difetti" (2012). Ascoltalo!

mercoledì 11 ottobre 2017

Stonature.


Mòd åd di dål dì:

"'L è stunà me 'l òrgån åd Fåmiòlå: È stonato come l'organo di Famiola. Ci si riferisce ad un organetto a manovella, che produceva talvolta suoni stonati, azionato da un suonatore girovago originario di Sannazzaro. Famiola è anche una maschera popolare piemontese."

Da "Ål nòs diålåt" - Sez. "Paragoni" (2012). Ascoltalo!

lunedì 9 ottobre 2017

Vitellino o... lupo?


Mòd åd di dål dì:

"Ål ciüciå me 'n vidél: Succhia come un vitello, detto di un lattante vorace."

Da "Ål nòs diålåt" Sez. "Paragoni" (2012). Ascoltalo!

sabato 7 ottobre 2017

La donna-pallone.


Mòd åd di dål dì:

"'L è int l'àri me un bålón vulånt: È 'in aria' come un pallone volante.
Dicesi di una persona di cui tutti sparlano, perchè ne ha combinata una grossa."

Da "Ål nòs diålåt" - Sez."Difetti ed errori" (2012). Ascoltalo!

venerdì 6 ottobre 2017

Prendere la lepre.


Pruèrbi dål dì:

"Lå légurå, sénså cur, ås ciàpå å tüt'i ur: La lepre, senza correre, si prende a tutte le ore.
Per riuscire nel proprio intento non occorre agitarsi tanto, ma attendere il momento opportuno."

Da "Ål nòs diålåt" - Sez. "Filosofia di vita" (2012). Ascoltalo!

lunedì 2 ottobre 2017

Chi beve fa una brutta fine.


Pruèrbi dål dì:

"Mal d'ustårìå, òm då tra vìå: Mal d'osteria, uomo da buttar via.
Il vizio del bere riduce l'uomo alle peggiori condizioni."

Da "Ål nòs diålåt" - Sez. "Virtù e vizi, pregi e difetti" (2012). Ascoltalo!

domenica 1 ottobre 2017

Nella fila dei cani.


Mòd åd di dål dì:

"Lå sa nåncå pü s'ål vìvå int lå fìlå di cån: Non sa neanche più se vive nella fila dei cani.
Si dice di chi ha interrotto qualsiasi relazione con una persona al punto di non sapere più se questa esiste ancora."

Da "Ål nòs diålåt" - Sez. "Relazioni umane" (2012). Ascoltalo!

sabato 30 settembre 2017

Chiedere la grazia.


Pruèrbi dål di:

"Ål påišån ål ciàmå lå gràsiå cul cåpé in mån: Il contadino chiede la grazia col cappello in mano.  
Le persone di umili condizioni, chiedendo un favore, assumono un atteggiamento di grande rispetto."

Da "Ål nòs diålåt" - Sez. "Comportamenti positivi e negativi" (2012). Ascoltalo!  

venerdì 29 settembre 2017

Chi si ferma è perduto!


Mòd åd di dål dì:

"Va cun càlmå, 't è mìå ådrè låurà å còtim!: Va' con calma, sei mica dietro a lavorare (stai mica lavorando) a cottimo!"

Da "Ål nòs diålåt" - Sez. "Ammonimenti" (2012). Ascoltalo!

giovedì 28 settembre 2017

L'abito non fa la mula.


Mòd åd di dål dì:

"L'è ùnå grån bèlå müdå!: È un gran bell'abito (da uomo)!"

Da "Ål nòs diålåt" - Sez. "Aspetto fisico / Abbigliamento" (2012). Ascoltalo!

martedì 26 settembre 2017

Lavaggio forzato.


Mòd åd di dål dì:

"Ål 'gh à pròpi låvà 'l cü: Gli ha proprio lavato il sedere, ha detto di lui tutto quanto di negativo si possa dire, tutti i suoi difetti; oppure: gli ha detto direttamente in faccia quello che pensa di lui."

Da "Ål nòs diålåt" - Sez. "Modi di dare, modi di essere" (2012). Ascoltalo!

lunedì 25 settembre 2017

Chi cerca trova (a volte...).


Pruèrbi dål dì:

"Chi bén lögå, bén trövå: Chi ben ripone, ben (ri)trova.
1. Chi ripone ordinatamente le proprie cose, le ritrova facilmente;
2. Chi conserva con cura anche ciò che apparentemente non serve più, lo ritrova disponibile per una necessità futura."

Da "Ål nòs diålåt" - Sez. "Comportamenti positivi e negativi" (2012). Ascoltalo!

domenica 24 settembre 2017

Non rompete le scodelle!


Mòd åd di dål dì:

"I ån rut i scüdél: Hanno rotto le scodelle. Dicesi di una coppia che ha interrotto la relazione."

Da "Ål nòs diålåt" - Sez. "Amore, fidanzamento, matrimonio" (2012). Ascoltalo!

venerdì 22 settembre 2017

La corsa.


Mòd åd di dål dì:

"Lå va ch'l'ås invèrså: Va che si rovescia. Va talmente forte che rischia di ribaltarsi (detto di persone o cose). In senso ironico, si dice per indicare che le cose non vanno affatto bene."

Da "Ål nòs diålåt" - Sez. "Vita quotidiana" (2012). Ascoltalo!

mercoledì 20 settembre 2017

Lordo, netto... tara.


Mòd åd di dål dì:

"'L è ùnå tàrå 'd Giuånèli: È una tara dei Giovannelli (o Giovanelli?), cioè uno stupidone, piuttosto difficile da sopportare, perchè pesante (detto però in senso bonario). Il detto fa riferimento ad una famiglia realmente vissuta a Sannazzaro, in cui i figli non erano... delle cime."

Da "Ål nòs diålåt" - Sez. "Difetti ed errori" (2012). Ascoltalo!

martedì 19 settembre 2017

Da bere agli assetati.


Pruèrbi dål dì:

"Àquå e åšéd càvå lå séd: Acqua e aceto leva la sete."

Da "Ål nòs diålåt" - Sez. "Mangiare e bere" (2012). Ascoltalo!

lunedì 18 settembre 2017

Ci vuole fegato...


Mòd åd di dål dì:

"Clå tùrtå chi l'à fai ål fìdi: Questa torta qui ha fatto il 'fegato', cioè non è cotta bene nella parte centrale interna."

Da "Ål nòs diålåt" - Sez. "Mangiare e bere" (2012). Ascoltalo!

venerdì 15 settembre 2017

Per niente...non si fa niente.


Pruèrbi dål dì:

"Pår gnìntå bàiå nåncå i cån: Per niente (non) abbaia(no) neppure i cani.
Per tutto c'è una ragione. Più in particolare, senza ricompensa in denaro nessuno è disposto a fare nulla."

Da "Ål nòs diålåt" - Sez. "Considerazioni varie" (2012). Ascoltalo!

mercoledì 13 settembre 2017

Se non è zuppa...


Pruèrbi dål dì:

"S'l'è nò süpå, 'l è pån bågnà: Se non è zuppa, è pan bagnato.
Espressione usata per indicare una cosa più o meno simile a un'altra, salvo pochissime differenze."

Da "Ål nòs diålåt" - Sez. "Mangiare e bere" (2012). Ascoltalo!

lunedì 11 settembre 2017

Il credenzone.



Mòd åd di dål dì:

"'L è un gram cårdinsón: È (come) una grossa credenza malandata. In senso figurato, dicesi di una persona dalla corporatura imponente, ma piena di acciacchi."

Da "Ål nòs diålåt" - Sez. "Paragoni" (2012). Ascoltalo!

domenica 10 settembre 2017

Il portafoglio? Pulito come uno specchio!


Pruèrbi dål dì:

"Pulìd å sta bén tüt, méno che ‘l pòrtåföi: Pulito sta bene tutto, meno che il portafoglio."

Da "Ål nòs diålåt" - Sez. "Soldi, roba, interessi e affari" (2012). Ascoltalo!

venerdì 8 settembre 2017

All'ombra sto!


Pruèrbi dål di:

"L'ómbrå dål murón l'è dòrå pr ål pådrón: L'ombra del gelso è d'oro per il padrone.
Bisogna rifarsi ai tempi in cui lungo i bordi dei campi crescevano i gelsi: solo il padrone poteva sostare alla loro ombra, mentre controllava i lavoranti."

Da "Ål nòs diålåt" - Sez. "Il lavoro nei campi" (2012). Ascoltalo!

giovedì 7 settembre 2017

Il buio oltre la gola.


Mòd åd di dål dì:

"Scür me in bùcå ål lu: Buio come in bocca al lupo."
Da "Ål nòs diålåt" - Sez. "Comparazioni con aggettivi" (2012). Ascoltalo!

mercoledì 6 settembre 2017

Speculazione fondiaria.


Pruèrbi dål dì:

"S'åt rispàrmi quàtår ghèi, crómpå tèrå, ch''l è sémpår méi: Se risparmi quattro soldi, compra terra che è sempre meglio."

Da "Ål nòs diålåt" - Sez. "Soldi, roba, interessi e affari." (2012). Ascoltalo!

martedì 5 settembre 2017

Cane senza padrone.


Mòd åd di dål dì:

"'L è un cån sénså pådrón: È un cane senza padrone.
In senso figurato, si dice di un uomo che, rimasto solo, non ha più nessuno che si cura di lui e quindi non ha una vita regolata e non segue i ritmi comuni del vivere quotidiano."

Da "Ål nòs diålåt" - Sez. "Gli uomini" (2012). Ascoltalo!

lunedì 4 settembre 2017

Mangiar le candele? Ma anche no!


Pruèrbi dål dì:

"Chi 'l è ch'å mångiå i cåndìl, ågh uà ch'ål chègå i stupén: Chi è che mangia le candele, bisogna che caghi gli stoppini.
Chi compie un'azione deve assumersene la responsabilità e pagarne le conseguenze."

Da "Ål nòs diålåt" - Sez. "Ammonimenti" (2012). Ascoltalo!

sabato 2 settembre 2017

Pasticciere, fa' il tuo mestiere!


Pruèrbi dål dì:

"Uflè, uflè, fa 'l tò måsté: Pasticciere, pasticciere, fai il tuo mestiere.
Ognuno deve svolgere il proprio lavoro senza pretendere di fare ciò che non è di sua competenza."

Da "Ål nòs diålåt" - Sez. "Il lavoro" (2012). Ascoltalo!

venerdì 1 settembre 2017

Pera, mela... o uva?


Mòd åd di dål dì:

"Pér e pum l'è tüt ügå: Pera e mela è tutt'uva. Il modo di dire si usa per indicare che qualunque frutto è gradito e indice di abbondanza."

Da "Ål nòs diålåt" - Sez. "Mangiare e bere" (2012). Ascoltalo!

mercoledì 30 agosto 2017

Toni al circo.


Mòd åd di dål dì:

"Fa nò sémpr ål tòni!: Non fare sempre il finto tonto (o il pagliaccio)!"

Da "Ål nòs diålåt" - Sez. "Ammonimenti" (2012). Ascoltalo!

martedì 29 agosto 2017

Perdonare sì, dimenticare no.


Pruèrbi dål dì:

"Pårdunà 'l è då cristiån, šmintià 'l è då béstiå: Perdonare è da cristiani, dimenticare è da bestia.
Il perdono è un atto cristiano, tuttavia è da sciocchi cancellare dalla memoria quanto è accaduto."

Da "Ål nòs diålåt" - Sez. "Amicizia e relazioni umane" (2012). Ascoltalo!

lunedì 28 agosto 2017

Perdóno a metà.


Pruèrbi dål dì:

"Pécà cunfésà 'l è mèš pårdunà: Peccato confessato è mezzo perdonato."

Da "Ål nòs diålåt" - Sez. "Errori e peccati" (2012). Ascoltalo!

domenica 27 agosto 2017

Ombelico ridens.


Mòd åd di dål dì:

"Ågh rìdå åncå 'l imbulén: Gli ride anche l'ombelico, cioè è talmente felice che la sua gioia traspare da tutto il corpo."

Da "Ål nòs diålåt" - Sez. "Modi di fare, modi di essere" (2012). Ascoltalo!

sabato 26 agosto 2017

Rischi d'impresa (agricola).


Pruèrbi dål dì:

"'Gh è 'l sò ris-c int lå cåmpàgnå: ål su 'l brüšå e l'àquå lå bàgnå: C'è il suo rischio nella campagna: il sole brucia e l'acqua bagna. Il lavoro dei campi è esposto al rischio delle condizioni meteorologiche."

Da "Ål nòs diålåt" - Sez. "Il lavoro nei campi" (2012). Ascoltalo!

venerdì 25 agosto 2017

Sobrietà regale.


Mòd åd di dål dì:

"Lå par lå régìnå Téitù: Sembra la regina Teitù (Taitù).
Dicesi di donna esageratamente ingioiellata e agghindata. Taitù (vero nome Walatta Mikael, 1856 ca - Addis Abeba, 1919) fu imperatrice d'Etiopia e moglie di Menelik II."

Da "Ål nòs diålåt" - Sez. "Le donne" (2012). Ascoltalo!

giovedì 24 agosto 2017

Fare e disfare.


Pruèrbi dål dì:

"Fa e sfa 'l è sémpr un låurà: Fare e disfare è sempre un lavorare."

Da "Ål nòs diålåt" - Sez. "Il lavoro" (2012). Ascoltalo!

mercoledì 23 agosto 2017

Farla fuori.


Mòd åd di dål dì:

"'L érå là ch'ål lå fàvå förå: Era là che la faceva fuori, cioè discuteva animatamente per sostenere le sue ragioni."

Da "Ål nòs diålåt" - Sez. "Parlare, raccontare..." (2012). Ascoltalo!

martedì 22 agosto 2017

Troppa grazia!


Pruèrbi dål dì:

"Quånd che iün 'l è ciùch, tüti 'gh dån då bév: Quando uno è ubriaco, tutti gli danno da bere.
In senso figurato: quando non si ha più bisogno di aiuto, tutti ne offrono."

Da "Ål nòs diålåt" - Sez. "Comportamenti positive e negativi" (2012). Ascoltalo!

lunedì 21 agosto 2017

Quando il 16...porta fortuna.

Mòd åd di dål dì:

"'T ågh l’è vü un bèl sådås!: L'hai avuto un bel 'sedici', cioè un bel culo, una fortuna sfacciata."

Da "Ål nòs diålåt" - Sez. "Fortuna / sfortuna" (2012). Ascoltalo!

sabato 19 agosto 2017

Polli da spennare.

Pruèrbi dål dì:

"Chi 'l è ch'å pélå i pulàstår å i å mångiå nò: Chi spenna i polli non li mangia.
Un tempo, nelle famiglie benestanti, il compito di spennare i polli era riservato ai servitori più umili, ai quali spesso non spettavano neanche gli avanzi."

Da "Ål nòs diålåt" - Sez. "Il lavoro" (2012). Ascoltalo!

venerdì 18 agosto 2017

Quanti fastidi!...


Mòd åd di dål dì:

"Ågh ö mìlå di fåstìdi: (anche: "Ågh ö mìlå fåstìdi") Ho mille fastidi, cioè tantissime preoccupazioni."

Da "Ål nòs diålåt" - Sez. "Dispiaceri" (2012)., Ascoltalo!

giovedì 17 agosto 2017

Scherza coi santi?...


Mòd åd di dål dì:

"Spla me 'l fånt då pich: Spellato come il fante di picche.
Dicesi di persona spiantata in quanto, secondo il "Devoto-Oli", il fante è la figura di minor valore delle carte da gioco italiane e il seme picche è quello di minor valore nelle carte da gioco francesi."

Da "Ål nòs diålåt" - Sez."Comparazioni su difetti o aspetti negativi della persona" (2012). Ascoltalo!

mercoledì 16 agosto 2017

Acqua > carro del faraone.


Pruèrbi dål dì:

"Å var püsè 'nå piövå å lå sò stågión che lå cåròså dål rè fåråón: Vale di più una pioggia alla sua stagione che la carrozza del re faraone.
La pioggia che bagna i campi nel momento opportuno ha per i contadini un valore inestimabile."

Da "Ål nòs diålåt" - Sez- "Il lavoro nei campi" (2012). Ascoltalo!

martedì 15 agosto 2017

La Madonna del petrolio.


Mòd åd di dål dì:

"Lå par lå Mådònå dål pétròli: Sembra la "Madonna del petrolio". Dicesi di donna molto ingioiellata. L'espressione potrebbe essere riferita alle tantissime "Madonne nere" presenti in Italia e raffigurate adorne di molti gioielli."

Da "Ål nòs diålåt" - Sez. "Le donne" (2012). Ascoltalo!

lunedì 14 agosto 2017

La faraona.

Pruèrbi dål dì:

"Lå gålénå fåråónå lå fa 'l öv int lå pultrónå: La gallina faraona fa l'uovo in poltrona.
Chi si considera importante raramente si scomoda per fare qualcosa."

Da "Ål nòs diålåt" . Sez. "Comportamenti positivi e negativi" (2012), Ascoltalo!

domenica 13 agosto 2017

Mani d'oro.


Mòd åd di dål dì:

"Lå 'gh à du mån dòr: Ha due mani d'oro, cioè è molto abile a realizzare con le mani lavori di grande finezza e pregio."

Da "Ål nòs diålåt" - Sez. "Le donne" (2012). Ascoltalo!

venerdì 11 agosto 2017

Assortimento inadeguato.


Mòd åd di dål dì:
"L'è ùnå butégå di fübi dåscumpàgn: È una bottega delle fibbie spaiate.
È un negozio in cui l'assortimento degli articoli in vendita lascia molto a desiderare...".
Da "Ål nòs diålåt" - Sez. "Interessi, affari, denaro, proprietà…" (2012). Ascoltalo!

giovedì 10 agosto 2017

Precocità dell'uva.


Pruèrbi dål dì:

"Å Sån Luréns, l'ügå lå cuménciå å ténš: A San Lorenzo (10 agosto), l'uva comincia a tingere,
cioè a prendere colore."

Da "Ål nòs diålåt" - Sez: "Santi del calendario e stagioni" (2012). Ascoltalo!